Trascorrere molto tempo sui social network può farti sentire solo

Federica DiFederica

Trascorrere molto tempo sui social network può farti sentire solo

Abbiamo già parlato della relazione tra persone e social network, una relazione che, paradossalmente, più siamo connessi, più ci porta a sentirci soli. E non lo dico io. Lo dice la scienza. E’ notizia dei giorni scorsi che un nuovo studio condotto dall’Università della Pennsylvania ha stabilito che l’uso dei social network influenza l’aumento della depressione e della solitudine negli esseri umani. Ciò non significa, tuttavia, che queste piattaforme siano negative, ma il tempo che dedichiamo a loro è ciò che può influenzare maggiormente i nostri stati emotivi.

 

Il tempo che trascorriamo nei social network influenza il nostro umore

E anche se questa è una premessa di cui si parla da tempo, è la prima volta che è scientificamente provata. Nello studio condotto dalla psicologa Melissa G. Hunt, sono stati osservati diversi gruppi con diverse frequenze nell’uso dei social network per valutare la connessione tra l’umore dei partecipanti e il loro tempo di esposizione sulle piattaforme.

Come social network di studio sono stati scelti Facebook, Instagram e Snapchat perché sono i più popolari. In totale sono stati studiati 143 soggetti, divisi in due gruppi: uno in cui i partecipanti non hanno cambiato le loro abitudini di social networking e il secondo in cui alle persone è stato solo permesso di utilizzare ogni piattaforma per 10 minuti al giorno.

Per tre settimane, i partecipanti hanno dovuto a condividere uno screenshot della batteria dello smartphone inerente il consumo per l’attività di social networking e, prima dello studio, ognuno ha risposto a un sondaggio che ha determinato il loro umore e il benessere. Quindi, con queste informazioni, Hunt ha ottenuto almeno sette metri di paragone che includevano la solitudine, l’ansia, la paura di perdere certe esperienze e la depressione.

Una maggiore esposizione nei social network determina una maggiore solitudine

Per Hunt, questo significa che, in effetti, il tempo che trascorriamo sui social network è inversamente proporzionale al nostro sentimento di solitudine. Un problema che è stato discusso molto in occasioni precedenti è il confronto come una delle principali cause di depressione negli umani e Hunt lo rafforza dicendo che: “Quando guardi le vite di altre persone, in particolare su Instagram, è facile concludere che la vita degli altri è molto più bella della tua“.

Un altro studio ha determinato che, paradossalmente, quelle persone che vivevano completamente scollegate dal mondo digitale tendevano ad essere più socievoli e condurre una vita sociale più attiva, con connessioni più reali e durature.

È vero che per alcune persone, soprattutto per i millennial, è difficile disconnettersi completamente dal mondo digitale, ma è opportuno ridurre il tempo che trascorriamo sui social network per la nostra salute mentale.

Info sull'autore

Federica

Federica administrator

Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Send this to friend