Prima di spiare lo smartphone del proprio partner, leggi qui

Federica DiFederica

Prima di spiare lo smartphone del proprio partner, leggi qui

Quella preoccupazione naturale di voler sapere di più sul comportamento del proprio partner è molto comune. Secondo gli psicologi, spiare lo smartphone del partner è “attività” ricorrente nelle coppie. Ed è un comportamento in cui entrambe le componenti di una relazione tendono ad incorrere. Le ragioni per farlo sono varie. Tuttavia, la più comune è la sfiducia.

L’insicurezza viene a braccetto con la sfiducia. Molte volte, le insicurezze stesse portano le persone a diffidare dei loro partner senza una ragione apparente. La storia della vita di ognuno influenza molto questo atteggiamento. La relazione che abbiamo visto tra i nostri genitori e amici più stretti durante la crescita o le brutte esperienze nelle relazioni precedenti influenzano le nostre convinzioni, i nostri pensieri e il nostro modo di relazionarci gli uni con gli altri. Ognuno porta il suo bagaglio. C’è chi dubita dell’onestà del proprio partner perché, appunto, lui o lei, non sono onesti.

Sebbene vi sia la tendenza a generalizzare i motivi per cui una persona invade la privacy del proprio partner attraverso il telefono cellulare, ogni caso è diverso. Ci sono coppie in cui tale comportamento si verifica su entrambi i lati ed è completamente supportato dalla mancanza di comunicazione.

Culturalmente, molti giustificano questo comportamento come una prova di fiducia e lasciano da parte il fatto che possa essere considerata una mancanza di rispetto e un’interferenza con la privacy. Anche l’infedeltà è un tema comune e, a sua volta, molti la vedono come “qualcosa” di normale.

 

Raccomandazioni dell’esperto

Scansionare il telefono e altri dispositivi mobili della coppia non è raccomandato e, se deve essere accettato o tollerato nella relazione, deve essere discusso e approvato dalla persona che viene spiata. Il partner attuale non paga quello che è stato un comportamento dell’ex. Parlare apertamente con il partner è il primo passo verso la comune fiducia. La comunicazione affermativa è la chiave. Cercare sempre di iniziare la conversazione in un momento di calma condivisa e non quando si riscaldano gli animi è anche un ottimo passo da considerare.

Se, nonostante il dialogo aperto, il comportamento continua, è necessario riesaminare se si è disposti a tollerare e continuare tale relazione. È importante stabilire dei limiti e comunicarli. Solo noi possiamo determinare cosa siamo disposti ad accettare e cosa no e/o fino a quando.

 

Valutare qual è la radice del problema

Gelosia senza motivo apparente, gelosia con fondamento, sfiducia dovuta a relazioni passate, insicurezza, disturbo della personalità, persona dominante, credenze errate. Chi incorre in questi atti di forma ripetuta o senza una ragione apparente può ricorrere a un processo di psicoterapia per identificare il motivo per cui si agisce così e riuscire a cambiare il proprio atteggiamento.

L’unica situazione in cui è giustificato indagare sul telefono della coppia è un’emergenza in cui è estremamente utile cercare un numero o un’informazione.

Info sull'autore

Federica

Federica administrator

Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Commenta

Send this to friend