app-incontri

Incontrare l’amore della propria vita attraverso le app di appuntamenti non è esattamente l’idea di romanticismo per molti. Tuttavia, man mano che l’uso di questi mezzi si normalizza, sempre più persone si stanno abituando a questa idea. E, insospettatamente, ne fanno uso.

Tralasciando i problemi di sicurezza nell’utilizzo di queste applicazioni, è chiaro che a poco a poco stanno diventando l’opzione di molti quando si cerca un partner sentimentale. Tuttavia, sono state anche molte le lamentele e le accuse riguardo a questi metodi del tutto anormali per instaurare un sano rapporto di coppia.

In generale, si dice che le app di appuntamenti favoriscano le apparenze rispetto ai legami reali e spesso ospitano solo incontri casuali anziché relazioni a lungo termine. Ma, nonostante questa fama, la verità è che le prove scientifiche a sostegno di questa posizione non sono ancora state accertate.

E’ proprio uno studio svizzero, pubblicato di recente sulla rivista PLOS ONE, potrebbe essere il vero difensore delle app di appuntamenti. Secondo i risultati, potrebbero persino favorire il romanticismo e le relazioni stabili tra coloro che si conoscevano sulle diverse piattaforme di incontri.

 

Addio ai tradizionali siti di incontri

La ricerca svolta in Svizzera si è concentrata su questo tema a causa del crescente utilizzo di queste applicazioni tra la popolazione dell’area. In generale, i siti di incontri erano già abbastanza accettati, ma soprattutto tra le persone sopra i 40 anni o che avevano divorziato.

In generale, i questionari altamente dettagliati e i test psicologici su questi tipi di piattaforme sono sembrati uno sforzo eccessivo per la maggior parte della popolazione. Questo mentre, da parte loro, le applicazioni di appuntamenti consentivano agli utenti di attivare profili con i loro dati principali e una fotografia, un processo molto più veloce e più semplice.

Di conseguenza, l’uso di queste alternative è diventato sempre più comune mentre le pagine web e le uscite tradizionali passano in secondo piano. È stata proprio questa “facilità” a far ritenere a molti che le coppie formate su queste piattaforme fossero solo incontri fugaci basati principalmente sull’aspetto esteriore.

 

Le app di appuntamenti promuovono romanticismo e relazioni a lungo termine?

Nel comunicato stampa in cui l’Università di Ginevra (UNIGE) ha annunciato l’esistenza di questo studio, è stato rivelato che sono state prese come campione un totale di 3.235 persone di età superiore ai 18 anni. Tutti questi hanno risposto a un sondaggio nel 2018 e, al momento, avevavno una relazione stabile con qualcuno che avevano conosciuto nell’ultimo decennio.

Le risposte fornite dai partecipanti hanno mostrato che il romanticismo non era morto tra coloro che usavano le app di appuntamenti. Infatti, secondo il comunicato, le coppie che si sono incontrate tramite domanda avevano mediamente un’intenzione di convivenza maggiore rispetto a quelle i cui primi incontri sono stati di persona.

Allo stesso modo, tra le donne coinvolte nello studio, quelle che avevano partner trovati sul web erano più disposte a mettere su famiglia. In realtà, hanno persino espresso il chiaro desiderio di avere figli con il partner nel prossimo futuro.

Le coppie create tramite app di appuntamenti sono felici quanto quelle tradizionali

Come altro punto da tenere in considerazione, i ricercatori hanno cercato di misurare la soddisfazione delle coppie formate in modo “tradizionale” rispetto a quelle che si sono incontrate tramite domande di appuntamento. Alla fine, entrambi i gruppi hanno riportato livelli simili di felicità riguardo alla loro relazione con il loro partner romantico. In poche parole, non importa come si formassero le coppie all’inizio, tutti i tipi riportavano un livello di felicità simile.

 

Qual è la magia dietro le app di appuntamenti?

Secondo i ricercatori, il segreto del successo del romanticismo attraverso le app di appuntamenti sta nell’accessibilità e nella varietà che offrono. I metodi tradizionali generalmente limitano il numero di potenziali partner che una persona può incontrare.

Inoltre, con portali di appuntamenti specializzati i processi diventano lunghi e macchinosi, il che finisce per demotivare molti potenziali candidati. Di conseguenza le piattaforme finiscono anche per avere un numero molto più limitato di possibili partner.

Dall’altro lato della medaglia, le app di appuntamenti offrono l’accessibilità, consentendo a più candidati di essere disponibili. A loro volta, questi candidati sono diventati geograficamente, socialmente ed economicamente più vari. Ovvero, proprio quel che favorisce in molti casi la formazione di coppie più eterogenee in tutte queste aree.

È chiaro che applicazioni come Tinder o Grindr hanno una fama che non è stata costruita esclusivamente sulla base di voci di corridoio. Tuttavia, va notato che anche in tutti gli “incontri casuali”, queste app di appuntamenti hanno contribuito a far emergere il romanticismo tra i loro utenti.

Con la pandemia, ora più che mai l’uso di questi tipi di piattaforme è diventato più popolare. Per questo motivo, i ricercatori ritengono fondamentale riconoscere le app di appuntamenti come una possibile nuova fonte di vere connessioni emotive.

Image by Ylanite Koppens from Pixabay