Facebook: la funzione di donazione del sangue non è invasione della privacy e coinvolge mln di iscritti

Federica DiFederica

Facebook: la funzione di donazione del sangue non è invasione della privacy e coinvolge mln di iscritti

Più di sei milioni di persone si sono registrate come donatori di sangue sull’apposita sezione dedicata alle “donazioni” di Facebook in India. Questo strumento è diventato in tal modo il più grande registro del sangue online del Paese. “Facciamo parte del team di Facebook incentrato sulla costruzione di comunità sicure e solidali. Abbiamo tracciato molte attività sulla piattaforma in cui le persone hanno cercato aiuto per quanto riguarda la donazione di sangue. Questa è stata la nostra motivazione per lanciare l’iniziativa“, ha dichiarato Hema Budaraju, Product Manager di Health in Facebook.

La ricerca ha suggerito che, quando le persone hanno informazioni e strumenti migliori, sono più disponibili a donare il sangue ed è più facile per le persone che hanno bisogno di sangue trovare donatori. Dal suo lancio, gli indiani lo hanno usato per inviare migliaia di richieste di donazione di sangue su Facebook e il gigante dei social media ha rilevato molte persone trovare almeno un donatore che utilizzava la funzione.

 

A ottobre 2017, Facebook ha lanciato la funzione in India

Si è contribuito così a colmare il divario tra donatori di sangue e pazienti. Le banche del sangue e le organizzazioni no-profit di tutto il Paese stanno ora utilizzando questa funzionalità per contribuire a sensibilizzare i volontari sui campi di donazione di sangue.

Facebook ha lavorato con diversi ospedali e aziende, ONG e diversi college a Mumbai, ma “deve ancora lavorare con il governo“. “Aumentando la consapevolezza e aumentando il numero di donatori di sangue in India, Facebook vuole rendere più facile per le persone e le organizzazioni dare e ricevere sangue“, ha detto l’executive di Facebook.

Le persone che hanno bisogno di sangue possono scrivere un post speciale su Facebook con le proprie informazioni. Facebook invierà quindi notifiche ai donatori vicini che, a loro volta, potranno rispondere sulla piattaforma o contattare il richiedente tramite numero di telefono. Gli utenti possono anche proporsi come partner e donare il sangue. Oltre a consentire alle persone bisognose di connettersi ai donatori di sangue, questi strumenti consentono anche alle organizzazioni di collegarsi ai donatori in modo più efficiente.

Ospedali, banche del sangue e organizzazioni no-profit possono creare eventi volontari di donazione di sangue su Facebook e i donatori vicini vengono informati delle opportunità per donarlo. “Espanderemo le donazioni di sangue in Bangladesh dove, come in India, ci sono migliaia di post di persone che cercano donatori di sangue ogni settimana“, ha osservato Facebook.

Se vi capita, quindi, che anche il vostro profilo sia contrassegnato in tal modo, non vi spaventate o indignate per la (vostra sospetta) mancanza di privacy che Facebook vi impone. Sappiate che, in questo modo, potreste essere d’aiuto al prossimo. E, nel 100% dei casi, sono informazioni che avete provveduto proprio voi stessi a segnalare.

Info sull'autore

Federica

Federica administrator

Ho studiato Shakespeare all'Università e mi ritrovo a scrivere di tecnologia, smartphone, robot e accessori hi-tech da anni! La SEO? Per me è maschile, ma la rispetto ugualmente. Quando si suol dire "Sappiamo ciò che siamo ma non quello che potremmo essere" (Amleto, l'atto indovinatelo voi!)

Commenta

Send this to friend