Archivio dei tag Twitter

Federica DiFederica

Come rimuovere i tuoi post da Twitter con un’app

Come Facebook, Twitter non consente di eliminare tutti i nostri tweet, manualmente e uno per uno, dal menu associato a ciascun tweet. Quindi, sarebbe meglio utilizzare uno strumento di terze parti per cancellare i tweet in blocco. In questo caso, è possibile utilizzare TweetDelete, che rimuove fino a 3.200 tweet al giorno. Per lasciare il nostro profilo pulito e a zero tweet, dobbiamo fare quanto segue:

Passaggio 1: scarica TweetDelete e, prima di accedere a Twitter dal pulsante indicato sul sito Web, devi selezionare la casella che accetta i termini e le condizioni.

Passaggio 2: verrai reindirizzato ad una finestra Twitter, nella quale dovrai autorizzare questa app ad utilizzare il tuo profilo (nel caso cambiassi idea, puoi revocare l’autorizzazione). Quindi, verrai reindirizzato all’app Web.

Passaggio 3: indicare se si desidera eliminare i tweet di una settimana, un mese e fino a un anno fa. Quindi, seleziona la casella “Elimina tutti i miei tweet esistenti“. Deseleziona l’opzione “Pubblica sul mio feed“, che informerà i tuoi follower che hai eliminato i tuoi tweet. Puoi anche deselezionare la casella per seguire l’account TweetDelete.

Passaggio 4: Infine, dovrai cliccare su “Attiva TweetDelete” per completare l’azione.

In questo modo lascerai il tuo profilo pulito, anche se vedrai ancora il numero di tweet che hai condiviso dal momento in cui ti sei iscritto a quel social network.

Leggi anche: Come cancellare i miei post da Facebook

         Come eliminare i tuoi post dai social network in modo massiccio

Federica DiFederica

“Internet non funziona più”: parola del CEO di Twitter

L’ambiente online ha diversi problemi di contenuti che richiedono urgentemente una soluzione. Lo ha affermato il co-fondatore di Twitter Evan Williams. Questi ritiene che le piattaforme social tendono, infatti, ad incoraggiare comportamenti devianti e antisociali, esprimendo ad esempio rabbia e rammarico quando si è trattato della vittoria di Donald Trump. Ma questo è solo uno dei tanti casi.

Credo che Internet non funzioni più

E’ quanto ha dichiarato il co-fondatore di Twitter sulle pagine del New York Times. L’imprenditore americano sembra essere giunto a questa conclusione già da un po’ di tempo, ma la situazione è peggiorata ulteriormente. “E’ sempre più chiaro che Internet non funziona più“. Considerando che, di questi tempi, la gente usa Facebook o Instagram per trasmettere omicidi, stupri e aggressioni dal vivo, il fatto che Internet non sia esattamente il posto più sicuro è abbastanza chiaro ed evidente.

Nel frattempo, anche Twitter si trasforma travolto da questa rete di cinismo, molestie e commentatori abusivo. Fake news, nate per promuovere ideologie sbagliate o per generare profitti, sono all’ordine del giorno. Quattro su dieci adulti che usano Internet hanno rivelato che, almeno una volta nella loro vita, sono stati molestati online.

Pensavo che, se le persone fossero state in grado di esprimersi liberamente, il mondo sarebbe diventato un posto migliore. Ho sbagliato“, ha aggiunto Williams. “Il problema, con Internet, è il fatto che esso incoraggia tutto all’estremo. Ad esempio, si guida su una strada e si nota un incidente d’auto. Si tende a guardare. Ognuno fissa. Tuttavia, Internet interpreta questo comportamento come se la gente voglia vedere più incidenti“, ha concluso.

E non si può che dargli ragione considerando la mole di accadimenti che siamo soliti apprendere o assistere su quella piazza virtuale che è Facebook, o altri social network a seguire. E’ lì che tutto accade. Ed è ancora lì che tutto prende forma, opinione, commento.

Federica DiFederica

Sei la stessa persona su ogni social network?

Oggi è normale non avere uno o più profili su un social network. Poi, che siano più o meno attivi, poco importa. Ma, spesso, la curiosità di conoscerne le dinamiche porta a registrarci su molti di essi. Sebbene, presto, la passione per la novità lasci spazio al suo abbandono. Fioccano, allora, profili abbandonati al loro triste destino.

Maggiori informazioni

Federica DiFederica

Sui social network si scrive di più, ma peggio

Sono migliaia le persone che affermano di odiare gli errori di ortografia sui loro profili Facebook. Ci sono altri utenti, invece, per cui una “h” di troppo o in meno non fa alcuna differenza. Un’altra fetta di utenza rimane indifferente, affermando che, trattandosi di social networking, si può scrivere in qualsiasi modo, purché si scriva.

Maggiori informazioni

Send this to friend